GILIBERTI(O) Vincenz(i)o – TERZA PARTE della Citta D’Iddio Incarnato – 1617

100,00

COD: 20123 Categorie: , ,

Descrizione

GILIBERTI(O) Vincenz(i)o – TERZA PARTE della Citta D’Iddio Incarnato Del P.Vincenzio Giliberto Cherico Regolare, dove s’innalzano le Torri, o gli attributi sublimi della Vergine Genitrice, Misericordia,Giustizia, Innocenzia, Ubbidienza,Fortezza, Fede, Pacienza, Verginità feconda e altri sì fatti: E parimente ci si favella Della Presentazione al Tempio, Apparecchio al Natale del Figliuolo, Circoncisione, Fuga in Egitto, Adorazion de’Maggi, Morte vitale di lei, e sua gloriosa Coronazione: E quasi di tutte le Domeniche dell’Avvento, e delle Feste del Signore, e de’Santi, che occorrono infino alla terza Domenica dopo l’Epifania. Per final compimento delle Lezioni intorno al Tema del Salmo già impreso, Magnum Dominus, & laudabilis nimis. CON CINQUE TAVOLE COPIOSISSIME – 1617. Venezia Venetia, Appresso Fioravante Prati; Pergamena molle con titolo manoscritto al dorso; 8°, cm. 22×16; 1 volume – opera incompleta; 577 complessive; Buono. Fori di tarlo al margine interno delle pagg. compromettenti il testo in alcune di esse e bruniture isolate; Il rev. don Vincenzo Giliberto, nato a Saponara (oggi Grumento Nova, provincia diPotenza) il 23.03.1562, preposto generale dei chierici regolari, pubblica a Venezia nel 1604 e a Modena nel 1611 La città di Dio incarnato, opera molto celebrata che gli dà fama e onori. Muore a Saponara il 10 gennaio 1656. Il rev. don Vincenzo Giliberto, nato a Saponara (oggi Grumento Nova, provincia diPotenza) il 23.03.1562, preposto generale dei chierici regolari, pubblica a Venezia nel 1604 e a Modena nel 1611 La città di Dio incarnato, opera molto celebrata che gli dà fama e onori. Muore a Saponara il 10 gennaio 1656